Ott 15 2012

Radio-grafia di un dj che non piace. La mia vita dentro e fuori lo Zoo di 105


Sono anni che seguo lo Zoo di 105 anche se nell'ultimo periodo in modo molto sporadico a causa degli impegni lavorativi.

Tuttavia, quando ho visto che Mazzoli ha fatto uscire un libro sulla sua vita e quello dello Zoo mi sono subito incuriosito anche se ho aspettato alcuni mesi per decidermi a comprarlo.

Scritto in maniera non proprio standard, tra un misto di intervista, biografia e introspezione, guida il lettore dai suoi primi anni di vita fino alla bastardata dei 3 e quindi alla rinascita del Programma come lo si conosce oggi.

In definitiva è un must per ogni zoofilo che si rispetti.

Il libro su IBS:
Radio-grafia di un dj che non piace. La mia vita dentro e fuori lo Zoo di 105


Lug 16 2012

Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri


Pansa torna nuovamente a parlare di storia, quella, però, dei suoi antenati.

Ripercorrre la storia dalla metà dell'800 mostrando uno spaccato di Italia fatta di persone che vivono(?) di stenti e che, tra mille difficoltà, portano avanti una famiglia pur non avendo nulla se non le proprie braccia per lavorare.

Interessante il raffronto che (per lo meno nel titolo) si fa con i tempi odierni di consumismo che, nonostante la crisi, si perpetua.

Sì, perché, purtroppo, siamo abituati a spendere e sprecare anche e soprattutto per le cazzate avendo perso di vista quelli che sono, in definitiva, i beni e le necessità primarie e cioè il poter, quanto meno, sopravvivere.

Certo, Pansa si poteva sprecare un attimino di più con il ricollegare il suo racconto con l'odierno e, magari, fornire anche qualche indicazione sul come "sopravvivere" quando torneremo effettivamente poveri.
Ma tant'è che il tutto è lasciato all'immaginazione ed interpretazione del lettore.

Nonostante ciò, è una lettura interessante per capire come andremmo a finire tra qualche tempo...purtroppo!

Il libro su IBS:
Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri


Giu 20 2011

Una vita da infiltrato


Agenti infiltrati.

Questo è il tema di un libro che racconta di poliziotti, carabinieri e finanzieri che, inseriti all'interno della malavita, cercano di distruggerle dall'interno pur evitando (a differenza di quanto avviene, ad esempio, negli USA) di infrangere loro stessi la legge perché, "non ci può essere una terza via, la Legge o si rispetta o si infrange".

Storie di Uomini e Donne che, da persone normali, accettano di trasformarsi assumendo una doppia personalità cosciente, arrivando al punto di far emergere il loro lato oscuro, alterando lo stato di percezione di distinguere il Bene dal Male.
Così che non tutti riescono a sopportare lo stress, e a forza di maneggiare droga vanno a finire che l'assumono, rovinando la loro vita e carriera.

Perché "questi eroi senza gloria vengono spinti in un mare dove cantano le sirene della tentazione".

Il libro su IBS:
Una vita da infiltrato


Giu 6 2011

Intervista con il potere

Che io sia un appassionato lettore della (ormai fu) Oriana Fallaci non è un mistero.

Questo volume, postumo, fa seguito a quello uscito nel lontano 1974 intitolato "Intervista con la storia" e ripercorre le varie interviste che, negli anni successivi, la stessa Fallaci ha fatto a svariati personaggi famosi intrecciate con note e appunti che l'autrice stessa ha inglobato nelle bozze di quello che è uno degli ultimi lavori a cui ha lavorato prima di morire.

Un testo che è da leggere, non solo dagli appassionati della Fallaci ma, anche e soprattutto, per capire uno spaccato di storia nazionale ed internazionale della seconda metà del novecente raccontate da una delle (poche) penne indipendenti che non si sono messe problemi a porre domande scomode.

Il libro su IBS:
Intervista con il potere


Apr 29 2009

I tre inverni della paura

Ebbene sì, mi diletto anche a leggere questi libri, come dire, un pò "scomodi" per alcune persone 😀

Il romanzo narra di una certa Nora Conforti che attraversa il periodo appena antecedente l'inizio della seconda Guerra Mondiale fino alla conclusione della stessa ed alla "liberazione" dell'Italia dal Regime.

Il Pansa mescola, a mio avviso sapientemente (anche se a volte in modo un pò eccessivo), fatti realmente accaduti in quegli anni con la fantasia della narrazione riportando alla luce del lettore uno spaccato, quanto meno vero-simile, delle condizioni di vita di una parte del Popolo italiano di quegli anni: la piccola e media borghesia.

Già, perché in molti dimenticano che, allora, c'erano anche questi e che la guerra (e tutte le conseguenze) c'è stata anche per loro.
La narrazione si conclude in modo un pò tragico anche se, a post-lettura, abbastanza prevedibile.

Il libro su IBS:
I tre inverni della paura


Gen 23 2009

Un cappello pieno di ciliege

Un cappello pieno di ciliegeA metà tra un romanzo e un libro di storia.

Così, a mio avviso, va posizionato l'ultimo libro di Oriana Fallaci, quello che ha sempre chiamato il suo "bambino" e che, purtroppo, risulta incompiuto e viene pubblicato postumo dal nipote dell'Autrice.

Interessante non solo perché ripercorre buona parte della discendenza dell'autrice ma, soprattutto, commenta periodi storici che hanno segnato la vita di quella che oggi chiamiamo Italia.

Certo, più di 800 pagine sono difficili da digerire (io, infatti, ci ho messo un pò) ma è comunque un libro che consiglio.

Il libro su IBS:
Un cappello pieno di ciliege


Gen 9 2009

Carmine Pascià (che nacque buttero e morì beduino)

Carmine Pascià (che nacque buttero e morì beduino)

Quest'oggi voglio parlare di un libro, a mio avviso, un pò diverso dal solito scritto che riporta
degli avvenimenti realmente accaduti ma che dovrebbe far riflettere.
Il libro è l'ultima fatica pubblicata di Gian Antonio Stella edito da Rizzoli: Carmine Pascià (che nacque buttero e morì beduino).
Non voglio parlarvi dello scritto di cui vi rimando al solito sito ma di una frase che mi ha fatto pensare e molto e riporto:
Signor colonnello, io oggi me ne vado. Ma i miei figli no. Loro restano. Se muoi da cristiano, saranno figli di un traditore. Se muoio da musulmano, saranno figli di un eroe.
Certo, buttata lì così sembra non aver senso, però, ricollegato alle avventure del protagonista assumono tutto un altro significato.

La questione su cui vorrei far riflettere è la visione a mio avviso distorta che si può dare a delle azioni di una persona.
Il fatto che Carmine Iorio si fosse convertito all'Islam, almeno solo all'apparenza, avrebbe avuto come effetto l'ostracismo dei figli che, con quello che
aveva fatto il padre, non centravano assolutamente niente!
Purtroppo questo comportamento è rimasto ancora oggi in molte culture religiose.
Questo tipo di "talebanizzazione" della religione porta solo a flashare il cervello di persone che, se gli fosse stato insegnato che gli asini volano, sarebbero convinti e morirebbero sostenendolo!!
Per questo, meditate gente, meditate e, soprattutto, allargate la mente e non fossalizzatevi sulle "quattro cose" che vi sono state IMPOSTE fin da quando siete nati.

Il libro su IBS:

Carmine Pascià (che nacque buttero e morì beduino)


Ott 31 2008

Oriana Fallaci. Intervista con la Storia. Immagini e parole di una vita

Oriana Fallaci. Intervista con la StoriaIl volume è una raccolta di foto, materiale scritto, testimonianze ed inediti sulle opere e la vita di una delle più grandi scrittrici italiane contemporanee e di fama internazionale quale è Oriana Fallaci.

Trattasi principalmente di opere esposte in una mostra itinerante svoltasi dopo la morte della Scrittrice.
Interessante per chi ha letto le sue opere e vuole avere un libro che racchiude l'essenza di una vita passata
al limite contornata di articolo ormai introvabili pubblicati su "L'Europeo".

Come per molte delle sue opere, è stato pubblicato dall'editore Rizzoli.

Il libro su IBS:
Oriana Fallaci. Intervista con la Storia. Immagini e parole di una vita