Set 17 2012

La donna dei fiori di carta


Dopo "Il suggeritore" e "Il tribunale delle anime" (letti entrambi) ecco che Carrisi torna con un nuovo scritto questa volta ambientato sul Monte Fumo durante la prima guerra mondiale.

Con rimandi e collegamenti a delle vicende di fino ottocento-inizio novecento la storia si intriga e si snoda all'affanosa ricerca della risposta a 3 domande: Chi è il prigioniero?, Chi è Guzman? Chi era l'uomo che fumava sul Titanic?

Uno scritto che si legge tutto d'un fiato ma che, tuttavia, non è ai livelli degli altri due scritti.

 

Il libro su IBS:
La donna dei fiori di carta


Apr 18 2011

Il suggeritore

Il libro in questione mi era stato segnalato dallo staff di IBS consentendomi di leggerne il primo capitolo prima che venisse reso disponible per l'acquisto.

Devo riconoscere che fin dalle prime pagine mi sono subito immerso nell'ambientazione che riporta molto ai film e libri americani in materia.Sicuramente il fatto che l'autore (Donato Carrisi) si sia occupato di sceneggiatura ha impattato in modo molto positivo sulla sua fruibilità e l'accanimento con cui mi sono dedicato alla lettura finché non sono arrivato al punto conclusivo del testo.

Inoltre e successivamente, è stato anche insignito del Premio Bancarella 2009 il che, per gli amanti del genere legal-thriller/romanzo, ne fa un testo che ritengo sia assolutamente da leggere.

Peccato che, al momento, rimanga l'unico libro scritto da Carrisi 🙁

Il libro su IBS:
Il suggeritore


Lug 15 2009

In principio era Darwin. La vita, il pensiero, il dibattito sull’evoluzionismo

Era da tempo che volevo "saperne un pò di più" sull'argomento Darwin e così, quando ho visto l'ultima "fatica" di Odifreddi, mi sono buttato a comprarlo e leggerlo.

Certo, come tutti i libri di Odifreddi tendono a "pungere" le religioni e tutto quello che gli gravita intorno ma, a parte questo, ritengo che sia un libro che assolutamente è da leggere soprattutto se, come succede spesso, si lega Darwin all'evoluzionismo senza rifletterci su o, peggio ancora, valutando le sue deduzioni solo come eresie.

Il libro su IBS:
In principio era Darwin. La vita, il pensiero, il dibattito sull'evoluzionismo


Ott 10 2008

I libri di Luca: tentativo di recensione

Questo post è stato scritto il giorno 02/10/2008 alle ore 21:00 ma viene pubblicato solo oggi dopo la scadenza della proposta di IBS di fare una recensione.

I

E' la prima volta che mi capita di fare una cosa del genere "su richiesta" e devo dire che ci ho pensato su abbastanza prima di abbracciare questa proposta.
Il motivo è presto detto: dal basso della mia completa ignoranza in materia non credo che, comunque, si possa valutare un libro leggendo solo le prime pagine.

Sostanzialmente si trattava di scrivere una recensione del libro (più che libro, del primo capitolo) con un minimo di 500 battute (caratteri) da inviare via e-mail.

Io ci ho provato e quello che segue è quello che ho tirato fuori. A voi la valutazione 🙂

Luca Campelli, un "topo - italiano – di biblioteca". Così viene descritto il protagonista del primo romanzo di Mikkel Birkegaard "I libri di Luca" edito in Italia da Longanesi.

L'Autore, danese esperto di informatica e nuove tecnologie nonché appassionato bibliofilo, è alla sua prova del fuoco con un romanzo thriller ambientato a Copenaghen dove il protagonista è un appassionato bibliofilo che muore in strane circostanze nella sua libreria (dal cui nome prende il titolo del libro "I libri di Luca") mentre sta leggendo una prima edizione, in italiano, delle "Operette morali" di Leopardi.

Dal primo capitolo la storia sembra avvincente anche, a volte, si fa fatica a leggere per una impaginazione ed una punteggiatura (almeno per quanto riguarda l'estratto del primo capitolo visionato) non sempre agli ottimi livelli che l'Editore Longanesi ci ha abituato.
Nonostante queste pecche, il testo coinvolge il lettore ad andare avanti per appurare quale siano stati i moventi di una morte così "strana".

Chi fosse interessato, può trovare il libro "I libri di Luca" su IBS.