Lug 2 2012

101 motivi per non vivere in Italia

Daniele Poto - 101 motivi per non vivere in Italia
Dopo aver letto Nessuna pietà per i vinti, nei giorni scorsi sono stato contattato dall'Autore per propormi la lettura della sua ultima fatica: 101 motivi per non vivere in Italia.

Il nuovo libro che, come il precedente (credo), non è disponibile in libreria stante la mancanza del codice isbn, prende spunto dalle vicessitudini italiane sia conosciute al largo pubblico che personali dell'autore per spingere il lettore a riflettere non tanto, come lascerebbe intendere il titolo, a lasciare l'Italia, ma a cercare di risolvere i problemi che esistono.
Perché scappare è sempre la strada più semplice mentre indignarsi (per non dire incazzarsi!) e poi rimboccarsi le maniche è la migliore cura per quello che, in definitiva, è il Nostro Paese e non delle banche e/o di altre entità sovranazionali.

Certo, qualche appunto si potrebbe fare su alcuni errori ortografici, sull'opportunità, a mio modesto parere, di indicare il titolo del capitolo anche all'inizio dello stesso e non solo sull'indice presente alla fine del libro evitando così di dover perdere l'attenzione per sfogliarlo.

Il prezzo di copertina è di € 9,00.


Feb 14 2011

Nessuna pietà per i vinti

Daniele Poto - Nessuna pietà per i vintiEssendo assiduo frequentatore del Blog di Elena Franco, quando ho visto il post di un libro "differente" dal solito mi son detto: perché non leggerlo?

E devo dire che ho fatto bene. Infatti, dopo aver contattato l'autore Daniele Poto via e-mail (da.poto [at] tiscali.it) lo stesso mi ha spedito copia di questa sua ultima creazione dal titolo: Nessuna pietà per i vinti.

Il testo parla di un certo Davide Pettirossi, un tipo qualunque, anonimo, uno che, come molti (purtroppo) in Italia si arrangiano alla giornata con espedienti al limite del legale rincorsi da bollettini di pagamento scaduti e da uno Stato che chiede e poco da in cambio.
Finché non viene "assoldato" dai servizi di stato deviati per una missione all'apparenza semplicissima (consegnare un pacco con dei documenti) ma che finisce in malo modo.
Tra intrecci di fantasia e dati simil-reali ci offre uno spaccato di questa Ita(g)lia  con i suoi vizi, imbrogli e azioni perpetrate ben oltre i confini di quanto permesso dalla legge per il solo appagamento di pochi.

Un libro che scorre veloce, come i pensieri che riaffiorano e nascono.

Peccato solo che sia breve (meno di 130 pagine) e che non sia disponibile tramite i "classici" canali di vendita ma solo richiedendolo all'Autore stesso via e-mail.

Il prezzo di copertina è di € 9,00.