Dic 30 2007

R.I.P. Mosaic

E se ne va anche lui 🙁

Dopo essere stato il primo World Wide Web Browser nella storia quando esisteva ancora MS Windows 3.1 ed essere stato, per me (ma non solo), un passo importante per il mio approfondimento di quello che era, nella metà degli anni novanta, l'alboro di Internet in Italia, se ne va il Netscape Web Browser così, tra cambiamenti di nome, mani e, soprattutto (e purtroppo), declino.

Dispiace perché era una morte, a mio avviso, annunciata fin dalle scelte che hanno portato alla nascita (del più fortunato) Mozilla.

Così come comunicato dalla AOL, a far data dal 2 febbraio 2008 non verrà più offerto supporto, sviluppo e, soprattutto, bugfix per tutte le versioni attualmente presenti.
Interessante, tuttavia, la seguente frase che indirizza gli attuali utenti di Netscape ad utilizzare il Mozilla Firefox:

Q: I use Netscape now. Now that Netscape is stopping support, what do I do?
A: The Netscape Team fully stands behind the fine work being done by the Mozilla Foundation. We recommend that you download Mozilla Firefox and give it a try. We know you'll enjoy it!

Addio Programma che hai dato tanto per la diffusione di quello che è Internet oggi.

Fonte: BlogZilla.


Dic 30 2007

WordPress: Aggiornamento di sicurezza (2.3.2)

E' stata rilasciata nella giornata di ieri la minor release per WordPress 2.3.
Trattasi di un aggiornamento assolutamente da installare al più presto in quanto risolve un particolare bug nella gestione delle bozze oltre ad altre cosette.

E' già disponibile la versione italiana dell'aggiornamento a cura del gruppo di Supporto di WordPress Italy.

Inoltre, e con l'occasione ringrazio pseudotecnico per la celerità e la disponibilità, è disponibile qui il solo archivio con i file modificati rispetto alla 2.3.1.

Fonte: pseudotecnico:blog e WordPress Italy.


Dic 27 2007

Joomla! – Gestire contenuti in multilingua

Le comunità italiane sono sparse un pò ovunque per il mondo percui scrivere dei contenuti nella nostra lingua madre è semplice.
I problemi iniziano quando le stesse informazioni le si vuole fornire in un'altra lingua quale, ad esempio, l'inglese.

I servizi on-line di traduzione sono spesso imprecisi e traducono parola per parola spesso perdendo il senso delle frasi.
L'unica valida alternativa è quella di (ri)scriverli a mano nella nuova lingua desiderata.
Ma una volta fatto, come lo mettiamo on-line senza grossi sbattimenti per sia per il gestore dei contenuti che per l'utente?

Dando una mano ad amico che si trovava in questa situazione con il CMS Joomla!, mi sono messo alla ricerca di moduli e/o componenti che lo aiutassero in quest'ardua impresa.

Di conseguenza, ci troveremo ad avere due testi: uno in lingua italiana ed uno in lingua inglese.

Intanto si può partire da questo interessante how-to (in inglese) che propone una soluzione "grezza" e terra-terra per ovviare alla situazione.

Se, invece, si è alla ricerca di qualcosa di più serio e interessante, consiglio di dare uno sguardo al modulo Joom!Fish che consente di gestire menù, contenuti, moduli e quant'altro in multi-lingua.
Infatti, per ogni singolo componente utilizzato permette di crearne una versione "localizzata" in un altra lingua così che, ad esempio, se si tratta di un contenuto presenterà il testo tradotto inserito, mentre se si tratta di un modulo/componente permetterà di assegnargli (eventuali) altri parametri legati alla lingua interessata.

Un altro componente interessante che ho trovato è il Joomla Package-Multilingual (M17n).


Dic 25 2007

Un Natale in lutto

Purtroppo è così.

Per molti è un giorno di festa e delizia, di mangereccio a non finire e di scambio (forzato) di regali. Ma per (spero pochi) altri sono giorni tristi e cupi.
Sono quei giorni in cui il tuo cuore è nero, di un nero pece, ed hai quella sensazione di svuotamento delle ossa, di abbandono.

Purtroppo ieri ho perso una persona cara. Anche se era rimasta solo una questione di tempo prima che accadesse.

Però, non sempre si riesce a farsene una ragione. Soprattutto per le persone più care.
Pensi che la persona che se ne è andata credeva in qualcosa, in quel qualcosa che le religioni insegnano (o impongono) ai loro credenti forse per farle sentire più serene in quei momenti: C'è chi crede nella risurrezione con Dio, chi nella resurrezione in un paradiso con premi in "carne" e chi nella reincarnazione.

Poi, però, ti assale la ragione.
Quella forma di pensiero che ti dice che il mondo va avanti lo stesso senza di te e che quello che dovevi fare, lo dovevi fare prima di morire.
Pensi ai famigliari rimasti, al loro dolore e, soprattutto, a tutto quello che puoi fare per loro. Prima fra tutti evitare di sparare frasi del tipo: ti capisco!
Mi sono sempre domandato come cazzo gli viene in mente alla gente di dire "ti capisco"!?
Perché nessuno può capire il dolore di un'altra persona anche se è passata in una situazione simile!

Molti mi chiedono: "Perché sei così duro, lasciati andare".

Io sono così, non so perché, ma lo sono.
Forse perché il mondo che ti circonda ti porta a guarda la morte con un punto di vista distorto, forse perché non credi che ci sarà nulla dopo la morte o, forse, perché quando la morte la guardi in faccia, impari a rispettarla per quella che è: una fase della vita di tutti gli esseri veventi.


Dic 24 2007

Accedere a partizioni Ext2/Ext3 da Windows

Può capitare, a volte, di dover accedere a delle partizioni con FS Ext2/Ext3 presenti su disco collegato in qualche modo ad una macchina con installato MS Windows.
Di suo, MS Windows, non supporta tali partizioni 🙁

Tuttavia, sono disponibili in rete interessanti tools che permettono di utilizzare in modo "trasparente" queste partizioni.

Tra i tanti software disponibili, tra quelli che ho provato e ho ritenuto utili per i miei scopi (leggere e/o scrivere partizioni Ext2/3 da una installazione di MS Windows) voglio segnalare questi due programmi entrambi rilasciati con licenza freeware.

  • DiskInternals Linux Reader 1.0
    Questo tool fa parte di una famiglia molto ampia di interessanti programmi per il recupero dei dati offerti dalla stessa DiskInternals.
    Ha tra le sue peculiarità la possibilità di gestire le partizioni in modalità sola-lettura così da evitare accidentali cancellazioni e/o modifiche al contenuto della partizione stessa.
    Può essere scaricato direttamente da questo link.
  • Ext2 Installable File System For Windows
    Può sorgere, tuttavia, la necessità di scrivere sulle partizioni Ext2/3.
    Per ovviare a questa necessità è possibile ricorrere al tool Ext2 Installable File System For Windows che, a discapito del nome, gestisce anche le partizioni Ext3 (senza poter gestire, tuttavia, le funzionalità di journaling).
    Può essere scaricato direttamente da questo link.

C'è da considerare, tuttavia, che questi tools non gestiscono funzionalità avanzate quali, ad esempio, il controllo delle access list sui file e directory, code page diversi dall'UTF-8 ed altre cosette. Basta considerarli per quel che sono: dei tools di supporto che non sostituiscono in nessun modo un utilizzo nativo di tali partizioni.


Dic 23 2007

Cartoline augurali “alternative”

Star-Birth Region in Early Universe

Vengo a conoscenza (tramite un post di Geekissimo) di due interessantissimo siti che mettono a disposizione delle immagini da utilizzare per gli auguri delle feste in corso.

Il primo è Mazaika che contiene le scansioni di molti biglietti augurali (soprattutto natalizi) degli anni passati.

Il secondo, invece, è Hubblesite che propone cartoline (già create e disponibili nei formati standard per essere stampati) con immagini tratte dal telescopio Hubble della volta celeste.

Personalmente preferisco queste ultime alle prime anche se le scritte augurali presenti sono in inglese e, a quanto pare, non sono modificabili 🙁
Tuttavia, scorrendo alla fine di ogni pagina della singola cartolina creata da loro, è possibile reperire l'indirizzo dell'immagine originaria che possiamo utilizzare per i nostri scopi scaricandola liberamente ed aggiungendoci gli effetti e i messaggi desiderati.


Dic 22 2007

Vivi come vuoi e non come gli altri vogliono

Interessante e profondo il messaggio che segue tratto da un post del Gattone.
L'ultima frase, quella in neretto, è una delle frasi pronunciate da Charlie Chaplin (1889-1977).

Il brano è una ri-edizione in chiave natalizia di un brano noto anche in versione buddista (di cui, però, non ho trovato riferimenti interessanti) ma il concetto è lo stesso.

C'era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino. Decisero insieme di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo. Così partirono tutti e tre con il loro asino.

Arrivati nel primo paese, la gente commentava: "Guardate quel ragazzo quanto è maleducato… lui sull'asino e i poveri genitori, già anziani, che lo tirano!"
Allora la moglie disse a suo marito: "Non permettiamo che la gente parli male di nostro figlio."
Il marito lo fece scendere e salì sull'asino.

Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: "Guardate che svergognato quel tipo… lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino l'asino, mentre lui vi sta comodamente in groppa."
Allora, presero la decisione di far salire la moglie, mentre padre e figlio tenevano le redini per tirare l'asino.

Arrivati al terzo paese, la gente commentava: "Povero uomo! Dopo aver lavorato tutto il giorno, lascia che la moglie salga sull'asino; e povero figlio, chissà cosa gli spetta, con una madre del genere!"
Allora si misero d'accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull'asino per cominciare nuovamente il pellegrinaggio.

Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese: "Sono delle bestie, più bestie dell'asino che li porta: gli spaccheranno la schiena!"

Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all'asino. Ma, passando per il paese seguente, non potevano credere a ciò che le voci dicevano ridendo: "Guarda quei tre idioti; camminano, anche se hanno un asino che potrebbe portarli!"

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Quindi: vivi come credi.
Fai cosa ti dice il cuore . . . ciò che vuoi . . . una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali.
Quindi: canta, ridi, balla, ama . . . e vivi intensamente ogni momento della tua vita . . . prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.

(Charlie Chaplin)

Quell, però, che fa più riflettere è la frase del mitico Chaplin che racchiude dentro di se, a mio avviso, una linea guida valida ancora per i nostri giorni.

Leggendola mi sono venute alla mente ricordi di un'altra vita ormai lontana, quando le cose che si riteneva importanti erano altre.
Ma si sa, col tempo tutto passa, e anche i più sicuri possono cambiare idea.


Dic 17 2007

La sfida del secolo. Energia. 200 domande sul futuro dei nostri figli

La sfida del secolo. Energia. 200 domande sul futuro dei nostri figliOgni tanto mi capita anche di acquistare e leggere dei libri, per così dire, "anomali".
Anomali perché, in condizioni normali, non l'avrei mai acquisto 🙂

Quindi perché l'ho fatto?
Perché mi sono ritrovato a fare assistenza ad un convegno dove figurava come uno dei relatori e, dopo averlo sentito e aver trovato un banchetto che vendeva questo libro (quando si dice il caso...), l'ho acquistato per...avere un suo autografo!
Poi mi sono detto: ora l'ho comprato, perché non leggerlo?

Tratta, come riportato nel titolo, dell'annosa questione dell'energia.
Scritto seguendo uno schema di domanda/risposta tocca un pò tutte le fonti di energia conosciute snoccionandone i pregi e i difetti cercando di essere il più possibile obbiettivo.
Essendo Lui, Piero Angela (ma anche il co-autore Lorenzo Pinna), un divulgatore scientifico, non entra mai in specifici tecnicismi per addetti ai lavori ma si rivolge sempre e comunque all'uomo comune che è anche, tra l'altro, il target dei suoi programmi televisivi.

Un libro, tutto sommato, scorrevole ed interessante di cui consiglio la lettura per conoscere quella che è la situazione attuale delle risorse energetiche e di quelle che saranno nel prossimo futuro.

Il libro su IBS:
La sfida del secolo. Energia. 200 domande sul futuro dei nostri figli


Dic 15 2007

Rilasciato phpBB 3.0

phpBB3

Dopo più di un anno dalla prima beta è finalmente stata rilasciata al grande pubblico la terza major release di uno dei più famosi Bullettin Board (Forum) al mondo: phpBB.

L'annuncio è stato dato direttamente sul forum della community internazionale ed è stato già reso disponibile la versione pacchettizzata in Italiano da parte della phpBB Italian Communities.

Il pacchetto completo è disponibile qui mentre una guida all'installazione/conversione dalla 2.x/aggiornamento in italiano è reperibile a questo indirizzo.

Un ringraziamento va, ovviamente, a tutti quanti si sono prodicati per il rilascio di questa nuova versione.


Dic 11 2007

Auguri C64

C64

Oggi cade il 25° anniversario della nascita di quello che è stato il primo home computer a larga diffusione prima dell'avvento dei PC: Commodore 64.

Quanto tempo è passato da quei giorni in cui andavo a casa di un allora amico a giocare a quel magnifico arnese!

Anche se a quei tempi i miei genitori mi comprarono uno ZX Spectrum (uno degli eterni rivali del C64, ma che non ebbe altrattanto successo) come primo "computer" il mio sogno era sempre stato avere un C64 con quei magnifici giochi che caricavano da cassetta con quel mangia nastri bombato di colore avano.

Magari chiamateci nostalgici, ma i primi passi dell'Informatica di largo consumo inizia allora...

C64 Load Page